Sostegno economico a cittadini e imprese

Un nuovo decreto legge approvato per aumentare il sostegno economico alle aree colpite dal CoronaVirus. 

Un secondo decreto legge riguardera’ altresi’ alcuni settori produttivi particolarmente colpiti. 

Le misure del primo decreto contengono tra l’altro cil rafforzamento dell’intervento del Fondo di Garanzia per le PMI. 

Il potenziamento del Fondo arrivera’ a 750 milioni di euro e darà priorità automatica di accesso alle imprese site all’interno della zona rossa, riconoscendo il massimo della garanzia concedibile (80%), la sospensione dei pagamenti dei premi assicurativi, dei pagamenti di bollette elettriche, idriche e gas, dei diritti di segreteria e del diritto annuale dovuti alla Camera di Commercio e la sospensione delle rate dei mutui bancari per imprese e famiglie. 

Il testo del decreto prevede anche che i datori di lavoro della cosiddetta zona rossa possano chiedere la cassa integrazione per i loro dipendenti senza accordo e senza dare l’informativa ai sindacati per un massimo di tre mesi. 

La spesa massima prevista ammonta a 5,8 milioni di euro!

Tutti insieme oltre la paura.

Sostegno Economico a Cittadini ed Imprese

SOSTEGNO ECONOMICO A CITTADINI ED IMPRESEUn nuovo decreto legge approvato per aumentare il sostegno economico alle aree colpite dal #CoronaVirus. Un secondo decreto legge riguardera’ altresi’ alcuni settori produttivi particolarmente colpiti. Le misure del primo decreto contengono tra l’altro cil rafforzamento dell’intervento del Fondo di Garanzia per le PMI. Il potenziamento del Fondo arrivera’ a 750 milioni di euro e darà priorità automatica di accesso alle imprese site all’interno della zona rossa, riconoscendo il massimo della garanzia concedibile (80%), la sospensione dei pagamenti dei premi assicurativi, dei pagamenti di bollette elettriche, idriche e gas, dei diritti di segreteria e del diritto annuale dovuti alla Camera di Commercio e la sospensione delle rate dei mutui bancari per imprese e famiglie. Il testo del decreto prevede anche che i datori di lavoro della cosiddetta zona rossa possano chiedere la cassa integrazione per i loro dipendenti senza accordo e senza dare l'informativa ai sindacati per un massimo di tre mesi. La spesa massima prevista ammonta a 5,8 milioni di euro!!!TUTTI INSIEME OLTRE LA PAURA

Pubblicato da Sergio Puglia su Mercoledì 4 marzo 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi