Più benessere, meno PIL

“Quando ci concentriamo sul benessere, iniziamo una conversazione che provoca domande profonde e fondamentali. 

Di cosa ci importa davvero nella nostra vita? 
A cosa diamo valore nelle comunità nelle quali viviamo? 
Che tipo di Paese, che tipo di società vogliamo davvero essere? 

Se coinvolgiamo le persone in queste domande, le coinvolgiamo nella ricerca di risposte, allora credo che abbiamo più possibilità di contrastare l’alienazione e la disaffezione per la politica che monta in così tanti paesi del mondo sviluppato di oggi.

Questi indicatori vanno dalla disparità di guadagno alla felicità dei bambini, all’accesso agli spazi verdi e alle abitazioni. Niente di tutto ciò è incluso nelle statistiche del PIL, ma sono tutte cose fondamentali per una società felice e in salute.

Questo approccio più ampio è al cuore della nostra strategia economica, nella quale diamo la stessa importanza al contrasto delle disuguaglianze e alla competitività economica. È il nostro impegno per un lavoro equo, sincerandoci che sia soddisfacente e ben retribuito, l’idea di guidare il nostro percorso verso un’economia a emissioni zero, affrontando le sfide dell’automazione e del cambiamento climatico, non dobbiamo ripetere gli stessi errori.”

Approfondisci:
https://www.beppegrillo.it/il-successo-di-un-governo-e-piu…/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi