Living bridge project, il ponte che raccoglie dati

“Lo chiamiamo un ponte ‘vivente’ perché ci può parlare e fornire informazioni preziose sulla sua salute – lo stress che affronta, ciò che sta accadendo intorno ad esso e anche sotto di esso nel fiume Piscataqua”

“Questo ponte non serve solo a farci attraversare il fiume, ma può insegnarci molto di più sul mondo che ci circonda.”

I ricercatori dell’Università del New Hampshire hanno installato 40 sensori sul ponte del Memorial, e hanno ormeggiato una piattaforma galleggiante al molo, che ospita una stazione meteorologica e una propria banca dati.

Questa banca dati fornisce a ricercatori, ingegneri e cittadini aggiornamenti su aspetti quali prestazioni strutturali, tipo di traffico, condizioni meteorologiche, livello del mare e informazioni sulle maree.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi