Il maltempo ci ricorda la fragilità della nostra penisola

RIPIl maltempo che sta insistendo sul nostro Paese ci ricorda quanto sia fragile la nostra penisola da tutti chiamata “il Bel Paese”.

La bellezza di questa nostra terra però è a forte rischio per i cambiamenti climatici ma soprattutto per l’incuria dell’uomo e di chi ha governato i popoli.

Oggi, come ieri e ieri l’altro, piangiamo ancora altre vite strappate ed esistenze spezzate.

Per chi resta c’è tanto dolore ma anche tanta rabbia.

Per me cristiano, uomo, marito e padre, non resta che stringere con un forte abbraccio tutti i cari delle vittime di questi giorni e pregare per loro; come Senatore della Repubblica invece sento ancora più la responsabilità di “non passare invano” e di impegnare tutto me stesso per ridare a questo Paese il coraggio di continuare a rialzarsi e la forza per tornare a risplendere.

Oggi prego per i fratelli vittime di questi tragici accadimenti.

R.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi