Giuseppe Conte. Discorso all’UE

“Che diremo ai nostri cittadini se l’Europa non si dimostra capace di una reazione unitaria, forte e coesa di fronte a uno shock imprevedibile e simmetrico di questa portata epocale? 
Come si può pensare che siano adeguati a questo shock simmetrico di così devastante impatto, strumenti elaborati in passato che sono stati costruiti per intervenire in caso di shock asimmetrici con riguardo a tensioni finanziarie dei singoli Paesi?

Se fosse questo l’aiuto che volete darci, non disturbatevi, ve lo potete tenere, perché l’Italia non ne ha bisogno; le conseguenze del dopo Covid-19 vanno affrontate non nei prossimi mesi ma domani mattina non con gli strumenti usati in passato.” 

Giuseppe Conte – discorso all’UE –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi